Al Centro servizi culturali S. Chiara vanno 117mila euro,
compreso l'affitto degli spazi

Crozza, Albanese e Paolini: centomila euro

 

Aumentano di altri 117mila euro le spese di gestione del Festival dell'Economia appena concluso. Il 28 maggio scorso, alla vigilia dell'apertura della manifestazione, a piazza Dante ci si è infatti accorti che bisognava pagare anche gli attori Marco Paolini, Maurizio Crozza e Antonio Albanese per gli spettacoli previsti a Trento nel Festival. Se ne è fatto carico il Centro servizi culturali S. Chiara che, con una determinazione firmata dal segretario generale della Provincia Paolo Duiella, si è visto assegnare 117.458 euro anche per l'utilizzo dei suoi spazi per le conferenze del Festival.

Inizialmente il programma di spesa in economia prevedeva un impegno di 700mila euro così suddiviso: 66mila per convegni e corsi; 4mila per riscaldamento, illuminazione e così via; 200mila per locazione di immobili e noleggio di beni; 30mila per trasporti e spedizioni; 120mila per la comunicazione; 280mila per compensi, ospitalità e rimborsi spese a relatori. Quest'ultima voce il mese scorso era salita a 410mila euro con lo stanziamento di altri 130mila euro. Ora il conto, si presume finale, arriva a oltre 947mila euro.

Nel contempo Duiella ha aumentato di 310mila euro, portandolo da 690mila a un milione di euro, pure il «programma di spesa per il 2007 per l'organizzazione di convegni, celebrazioni e manifestazioni su temi che rivestono particolare importanza per il Trentino». Sono cresciute tutte le spese: la cancelleria da 30 a 55mila euro, l'acquisto di beni e materiali da 40 a 75, illuminazione e riscaldamento da 10 a 20, locazione di immobili e nolo di attrezzature da 120 a 170, trasporti e spedizioni da 15 a 35, comunicazione da 80 a 120, compensi e ospitalità dei relatori da 385 a 515.

 

l'Adige, 5 giugno 2007
Cerca

Aggiornamenti

Aggiornati

Inserisci il tuo indirizzo e-mail.  Sarai avvisato ad  ogni aggiornamento  di Ecce Terra.

Inserisci