L'indagine. Solo il 2% si lamenta

Porta a porta a Gardolo e Meano, abitanti soddisfatti

 

TRENTO - Il «porta a porta» piace ai cittadini. A Gardolo e Meano, i due sobborghi del capoluogo scelti per testare il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti, l'88% dei residenti si dice molto soddisfatto del cambio. Solo il 2% lo boccia senza appello. Il quadro emerge dall'indagine di «customer satisfaction» commissionata da Palazzo Thun e realizzata da Telecentro Valsugana. «Siamo di fronte a risultati importanti, che ci consentono di affrontare con serenità l'estensione del sistema» ha detto ieri soddisfatto l'assessore all'ambiente Aldo Pompermaier, presentando i dati.

 

In sostanza, secondo quanto emerso dalle interviste a 800 famiglie delle due circoscrizioni (il 12-13% della popolazione totale), il nuovo sistema incassa un voto medio di 4,39 su un massimo di cinque. Che, tradotto in decimi, vuol dire un incoraggiante 9 meno. A premiare il porta a porta con il massimo dei voti (5) è il 54% degli intervistati, mentre il 34% si ferma al 4.

Positivo il giudizio anche sul servizio: il 60% delle famiglie contattate ne considera ottima la puntualità e la regolarità (il valore medio è di 4,47). Leggermente inferiori (ma sempre lusinghieri) i pareri sulla campagna informativa: le serate organizzate nelle circoscrizioni hanno ottenuto un voto medio di 4,16, l'assistenza fornita durante la consegna dei contenitori 4,15 e il numero verde 4,14.

 

Adeguati, secondo la maggioranza degli intervistati, i contenitori utilizzati per il «porta a porta», anche se in alcune zone di Gardolo non sembra sufficiente il bidoncino giallo della carta. E utili, per la stragrande parte delle famiglie, i controlli sul territorio per verificare che la raccolta venga effettuata in modo corretto. Ma non sono mancati i suggerimenti da parte della popolazione. In particolare, i cittadini hanno sollecitato l'amministrazione a spingere per la riduzione di confezioni e imballaggi dei prodotti nei supermercati: già ora il 33% cerca di «evitare gli imballaggi» e «usa solo borse di stoffa».

«Questi risultati - ha commentato il sindaco Pacher - ci confermano che abbiamo una risorsa importante: il senso di responsabilità dei nostri cittadini».

 

Ma. Gio.

Corriere del Trentino, 28 febbraio 2008

Cerca

Aggiornamenti

Aggiornati

Inserisci il tuo indirizzo e-mail.  Sarai avvisato ad  ogni aggiornamento  di Ecce Terra.

Inserisci