Diossine nel latte e nell'aria di Brescia

e inceneritore Asm-A2A

 

 

Brescia è nota per il “caso Caffaro”, il più grave inquinamento da diossine e PCB all’interno di una città, più precisamente nella porzione sud-ovest.

Recentemente, al di fuori del “sito inquinato di interesse nazionale Brescia - Caffaro”, nella porzione sud-est di Brescia, sta emergendo una contaminazione da diossine e PCB, diversa da quella del “caso Caffaro”, ma comunque preoccupante, in aree che circondano a corona l’inceneritore Asm-A2A: ma secondo alcuni questo impianto andrebbe assolto “a priori.

Continua

Marino Ruzzenenti

Brescia, 20 settembre 2008

Cerca

Aggiornamenti

Aggiornati

Inserisci il tuo indirizzo e-mail.  Sarai avvisato ad  ogni aggiornamento  di Ecce Terra.

Inserisci