Holodomor, l'olocausto contadino dimenticato

Video Genocide in Ukraine
Foto Ukrayinska pravda

 

 

La nuova Ucraina celebra il 25 novembre l'anniversario dell'Holodomor, il genocidio scientificamente perpetrato dal regime comunista sovietico per imporre la collettivizzazione forzata e annientare la nazione ucraina.

 

Holodomor in ucraino significa "lenta morte per fame". Nel 1932-33 venne perpetrato uno dei peggiori genocidi ed etnocidi della storia dell'umanità. Milioni di contadini vennero fatti morire di stenti sequestrando loro le scorte di cibi, gli attrezzi, gli animali. Chi cercava il cibo era colpevole e condannato. È stata una carestia terroristica pianificata scientificamente per imporre nel "granaio dell'Europa" la collettivizzazione forzata e distruggere la nazione ucraina nella sua consistenza politica sociale e culturale.

 

Per decenni la propaganda comunista, che tanta influenza ha avuto in Italia, ha descritto questa tragedia come un episodio di "lotta di classe". Quelli che venivano colpiti erano i "nemici del popolo". Ma per essere "nemici del popolo" bastava possedere una mucca, gli strumenti di lavoro di ogni contadino del mondo. Le "paroline magiche" giustificazioniste erano due: "kulako" e "reazionario". Sono paroline che nella prassi comunista (le BR non sono archeologia!) equivalgono a una condanna a morte; il "reazionario" perde identità e diritti umani, ogni violenza contro di lui è legittima. L'indottrinamento sessantottino è riuscito a suscitare l'odio per i "famigerati" kulaki ancora negli anni '70 (lo affermo per esperienza personale).

 

Tanta violenza non è certo frutto del delirio di un uomo solo al comando e di una "degenerazione" di un comunismo che non-era-così-cattivo-come-Stalin-lo-ha-fatto-diventare (il Gulag con tutti i suoi orrori l'ha creato Lenin). Da un punto di vista ruralista ci interessa, però, osservare che la posizione anticontadina è insita nel marxismo che ha preconizzato la totale industrializzazione dell'agricoltura (una profezia che si è avverata per opera del capitalismo "liberale" dopo il crollo del comunismo).

 

Continua

 

Michele Corti, 25 novembre 2008

Cerca

Aggiornamenti

Aggiornati

Inserisci il tuo indirizzo e-mail.  Sarai avvisato ad  ogni aggiornamento  di Ecce Terra.

Inserisci