Porta a porta anche a Povo, è il metodo più efficace

 

 

A Povo entra a regime in questi giorni la raccolta dei rifiuti tramite il metodo «porta a porta». Un metodo che, sono fiducioso, ci aiuterà, complessivamente, ad aumentare in modo significativo la percentuale di rifiuti differenziati (dal 50-55% attuale si può arrivare all'80-85% di RD) e a ridurre la produzione di rifiuti residui (oggi oltre i 200 Kg/abitante/anno, quindi troppo alta rispetto a livelli sostenibili).

 

Questo secondo obiettivo sarà perseguibile in modo più efficace quando l'amministrazione comunale introdurrà - si spera prima possibile - la tariffazione «puntuale» (conteggiando il numero di svuotamenti del contenitore del residuo), come già fatto con ottimi risultati da diversi altri comuni trentini (esempio Pergine).

 

Il metodo di raccolta «porta a porta» è l'unico che sul campo si è dimostrato efficace nel responsabilizzare il cittadino nel differenziare e nel ridurre. Già altre due Circoscrizioni di Trento hanno fatto strada, Gardolo e Meano. I risultati sono ottimi dopo pochi mesi dall'avvio (RD circa al 75% e residuo in calo).

 

Per merito principalmente dei residenti e delle utenze non domestiche, con il loro senso civico e con il loro impegno. Ma anche per merito dell'assessore verde Aldo Pompermaier, al quale desidero fare i miei complimenti per la determinazione con cui ha avviato e sta attuando questo programma in un ottica di rispetto dell'ambiente e, soprattutto, di miglioramento della qualità della vita degli abitanti della città di Trento. Un sincero e convinto grazie!

 

Michele Brugnara - michele.brugnara@gmail.com

l’Adige - Lettere, 12 gennaio 2009

 

 

Porta a porta, da gennaio scattano nuove regole
Raccolta serale anticipata al pomeriggio
Vetro, meno passaggi per ridurre i costi

 

TRENTO. La raccolta serale dei rifiuti anticipata (dalle 13 alle 20 invece che dalle 16 alle 23) per ridurre i disagi causati dal rumore dei camion. Passaggi ridotti per la raccolta del vetro - ogni due settimane anziché ogni una - per contenere i costi. Raccolta anticipata o posticipata di qualche giorno, per il residuo e gli imballaggi leggeri, nel caso di giorni di festa infrasettimanali. Sono le tre novità del sistema porta a porta che scatteranno dal 1º gennaio, tre aggiustamenti dopo la fase di sperimentazione.

I cambiamenti - fa sapere il Comune - sono stati studiati per rispondere alle richieste dei cittadini e per risolvere alcuni inconvenienti riscontrati proprio durante la fase sperimentale. In particolare è stato previsto di modificare l’orario della raccolta serale, che sarà anticipata per limitare i disagi causati dal rumore dei camion: il nuovo orario andrà dalle 13 alle 20 (prima era dalle 16 alle 23), con esposizione dei rifiuti a partire dalle 13.

Dopo aver verificato i livelli di riempimento di mastelli e bidoni, e aver sentito il parere dei cittadini, è stato inoltre deciso di ridurre la frequenza della raccolta del vetro: per contenere i costi è stato previsto un passaggio ogni due settimane anziché ogni settimana.

 

Infine, nel caso di festività infrasettimanali, è stato deciso di recuperare la raccolta del residuo e degli imballaggi leggeri organizzando una raccolta anticipata o posticipata di qualche giorno secondo uno specifico calendario predisposto di anno in anno. Per il vetro sarà garantito lo svuotamento al massimo ogni 15 giorni. Per le altre frazioni di rifiuto (carta e organico) il turno di raccolta che cade durante una festività infrasettimanale non viene recuperato.

 

Le modifiche saranno comunicate a tutti i residenti interessati con una lettera che sarà inviata nei prossimi giorni insieme al calendario specifico della raccolta. Dopo Gardolo e Meano, il porta a porta partirà a breve a Povo e successivamente a Villazzano. Entro il 2009 il sistema sarà esteso a tutta la città: in ordine partiranno Sardagna e Sopramonte, Solteri, Vela, Ravina-Romagnano, Argentario, Centro storico-Piedicastello (1^ parte), Oltrefersina, San Giuseppe, Centro storico (conclusione) e Mattarello. Obiettivo del Comune: introdurre la tariffa puntuale (paghi quanto produci) in tutte le circoscrizioni già con gennaio 2010.

 

Chiara Bert

Trentino, 12 dicembre 2008

 

 

Martignano. Il centro raccolta dell’Argentario è costato 778 mila euro

Crm, in vista del porta a porta

 

Ottimo preludio all'avvio della raccolta dei rifiuti porta a porta, prevista per la prossima primavera, alle ore 11 di ieri c'è stata l'inaugurazione del Centro raccolta materiali per la zona dell'Argentario. Nel corso della cerimonia, il presidente della Circoscrizione, Umberto Saloni, ha espresso la soddisfazione della comunità per la realizzazione del Centro, mentre l'assessore Aldo Pompermaier, con orgoglio, ha sottolineato che, nel corso dei quattro anni di legislatura, quello dell'Argentario è il quinto Centro di raccolta inaugurato dall'Amministrazione comunale. Come quelli già funzionanti a Trento, Meano, Gardolo, Povo/Villazzano, Bondone, rientra nel progetto di riorganizzazione delle modalità di gestione dei rifiuti urbani del Comune di Trento che prevede la realizzazione di sette Centri di raccolta in altrettante Circoscrizioni. L'ultimo CRM sarà realizzato nel 2009 a Mattarello.

 

Il costo complessivo di progetto del CRM dell'Argentario è di 778.420 euro, importo sul quale la Provincia Autonoma ha concesso un contributo di 103.601 euro. Il nuovo Centro dell'Argentario si trova in Via Pradiscola, in prossimità del bivio fra Via dell'Albera e Via del Forte. Il luogo è ben visibile, facilmente individuabile e raggiungibile; è stato realizzato utilizzando parte dello slargo che immette al Centro Sportivo di Martignano, rispettandone la zona adibita a parcheggio. Attualmente, a causa delle abbondanti nevicate, risulta carente di segnaletica orizzontale, cosa che verrà fatta non appena spariranno i cumuli di neve. Il Centro dispone di ampio piazzale asfaltato e recintato, posto su due livelli al fine di favorire il conferimento dei materiali negli appositi container da parte dei cittadini.

 

I Centri di raccolta sono gli utilissimi luoghi dove i cittadini dell'Argentario (e non solo) possono conferire quei materiali che non possono normalmente essere depositati nei cassonetti dell'immondizia o negli altri specifici contenitori presenti sul territorio. Il CRM dell'Argentario è attrezzato per ricevere: abiti usati, apparecchiature elettriche ed elettroniche, carta, cartone, imballaggi in vetro, plastica, acciaio, alluminio, inerti in piccole quantità, oggetti ingombranti, legno, metalli, plastica, pneumatici, ramaglie e potature; un settore particolare è dedicato alla raccolta di rifiuti pericolosi.

Il Centro è aperto con il seguente orario: lunedì dalle ore 8 alle 12, martedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 13.30 alle 17 nella stagione invernale e alle 19 nella stagione estiva, sabato dalle 8 alle 12 e dalle 13.30 alle 17 (19 in estate). Il servizio è gratuito.


Maria Tomasi

l’Adige, 10 gennaio 2009

Cerca

Aggiornamenti

Aggiornati

Inserisci il tuo indirizzo e-mail.  Sarai avvisato ad  ogni aggiornamento  di Ecce Terra.

Inserisci