Sindaci e soldi
Bene Renato e male Ale

 

Che nessuno osi parlare di demagogia.

La scelta di Renato Veronesi, sindaco di Arco, quarto Comune del Trentino, di porre un limite al proprio già ricco appannaggio, è un atto di onestà, di buon senso e di coraggio.

Una politica sciagurata per la democrazia sta trasformando le scadenze elettorali in una corsa sfrenata a conquistare poltrone di qualsiasi genere tanto sono ben retribuite, più di qualsiasi stipendio. A forza di dire che discutere dei costi della politica è fare del qualunquismo, si è spianata la strada all' arroganza di chi, solo perché gestisce il pubblico denaro, affonda in esso le mani e se ne appropria inventandosi impunemente norme, agganci ad altrui retribuzioni, fantasiose indicizzazioni.

223 Comuni, 223 sindaci, 446 vice, più di mille assessori, più di duemila consiglieri. Non sono presuntuosi, non è che si credano tutti manager, semplicemente se ne approfittano delle chiavi della cassa, senza nemmeno rimetterci la faccia, perché le decisioni delle paghe sono sempre prese in altro luogo.

Non voglio farla lunga, certo che non c' entra destra o sinistra, e sulle prebende le minoranze non si discostano dalle maggioranze. Ciò che può cambiare è che qualcuno cominci a vergognarsi del sistema.

Ma un'ultima cosa voglio aggiungerla, e riguarda Trento, il nostro sindaco Pacher, la giunta e tutto il consiglio: due settimane fa si sono stabiliti nuovi compensi per le circoscrizioni. Follie, vere follie in aggiunta a quelle già note, e retroattive come sempre si conviene. Ebbene i giornali hanno scritto che questo costo ulteriore ammontava a 500 mila euro. Un'inezia no? Suvvia, non facciamo del qualunquismo.

Oggi leggiamo che il bilancio del Comune langue, necessita di mezzo milione di euro. La soluzione è semplice. Dall' anno prossimo si introdurrà una addizionale comunale sull'Irpef.

Questo è malgoverno.
Giuseppe Raspadori

l’Adige, 9 agosto 2006

 

Cerca

Aggiornamenti

Aggiornati

Inserisci il tuo indirizzo e-mail.  Sarai avvisato ad  ogni aggiornamento  di Ecce Terra.

Inserisci