Tenerezza, che stagione!

 

Grande Lorenzo il Magnifico, che per sopperire al fatto che non ci sono più le mezze stagioni s'è inventato la "stagione della tenerezza". Si è fatto fotografare in una Valle - sì proprio le stesse che non l'hanno votato alle scorse - a mangiar crauti col cappellino dei forestali in testa. Mancava solo Condoleeza Betta con la bandiera della SAT, e poi sembrava una di quelle visite che Bush fa agli iracheni per convincerli che è un amico.

Il Magnifico ha parlato come sempre di quanto sia importante portare la politica nelle cose di tutti i giorni. Un mio amico che guarda caso si chiama Lorenzo, ha messo in pratica la frase alla lettera. Quando la moglie l'ha beccato tra le braccia di un'altra, lui rivestendosi con tutta calma le ha detto "Non mi risulta di essere mai stato con un'altra". La moglie, con occhi fuori dalle orbite, gli ha indicato la tipa sdraiata sul letto ancora fumante, e lui: "Se un'altra donna c'è stata, è sicuramente un evento casuale".

Ma proprio in quel momento sono saltate fuori due ragazze dall'armadio e una dal cassettone. A quel punto, mentre le tipe si stavano rivestendo, Lorenzo l'ha tranquillizzata "Amore, sono stato frainteso. Il significato di quell'azione era il contrario di quello che sembrava". Lei ha avuto un attimo di sbandamento, e Lorenzo ne ha approfittato per una messa in scena. Ha portato la moglie in Valle, s'è messo in testa un cappellino dell'UMF (unione mariti fedeli), ha chiamato i giornalisti per avere testimoni, e poi le ha detto "Amore, dopo due anni e mezzo di matrimonio in cui abbiamo approvato riforme importanti e impopolari come quella di darmi tutto il tuo stipendio, e di lasciarmi fare quello che volevo senza mai doverti dare giustificazione, è arrivato il momento di inaugurare la stagione della tenerezza".

E qui lei si è sciolta, e piangendo gli ha chiesto scusa. "Ti perdono…" ha replicato Lorenzo rivolgendosi ai giornalisti "… ma che sia l'ultima volta che mi accusi di adulterio solo perché mi trovi con un'altra!"

Ora lei vive felice la "stagione della tenerezza".

Finché qualcuno la sveglia.

 

luciogardin@tin.it

l’Adige, 13 agosto 2006

Cerca

Aggiornamenti

Aggiornati

Inserisci il tuo indirizzo e-mail.  Sarai avvisato ad  ogni aggiornamento  di Ecce Terra.

Inserisci