Il sarcasmo di Rizzoli (Nimby) e Ferrari (Italia Nostra)
nei confronti della giunta

«Sono solo un manipolo di temerari»

 

Nimby e Italia Nostra, con un comunicato firmato da Adriano Rizzoli e Salvatore Ferrari, salutano con sarcasmo l'approvazione definitiva del Piano rifiuti da parte della giunta provinciale. Ma sicuramente non hanno intenzione di darsi per vinti nella loro battaglia per impedire la realizzazione dell'inceneritore. Al contrario ostentano ottimismo. «Proprio nel momento - scrivono - in cui si richiudono i portoni dell'aula provinciale, crescono consapevolezza e conoscenze sulle possibilità di poter e dover comportarsi, tutti, diversamente nei confronti di quanto compriamo e "buttiamo". Crescono condivisione e nuove presenze a fianco delle ragioni dei contrari, in ragionata e costruttiva proposizione rispetto alla sempre più datata obbligatorietà della scelta provinciale. Grado di attenzione da parte dell'opinione pubblica che è destinato a maturare ancora, al di là dello zelo con cui un sempre più ridotto manipolo di temerari difende la sua personale soluzione del problema, verso la "termovalorizzazione" di quel rifiuto residuo che solo aggiunge nuovi problemi e criticità.»

La nota si chiude con una polemica su quanto dichiarato dalla Provincia nella lettera di risposta sulle osservazioni presentate dalle associazioni ambientaliste. «Per quanto riguarda la plastica - ci sarebbe scritto stando a quanto riferiscono Ferrari e Rizzoli - fissare una resa più alta significa chiedere uno sforzo al cittadino per differenziare un materiale la cui destinazione è comunque il recupero energetico.»

 

l’Adige, 19 agosto 2006

 

 

Il comunicato stampa di Italia nostra e Nimby trentino

 

Cerca

Aggiornamenti

Aggiornati

Inserisci il tuo indirizzo e-mail.  Sarai avvisato ad  ogni aggiornamento  di Ecce Terra.

Inserisci