Lotta all’inceneritore. Noi non ci fermiamo

 

Prosegue l’opposizione all’inceneritore trentino.

Dopo gli appuntamenti estivi sul Sorasass, continua la staffetta del digiuno promossa da Nimby trentino e sostenuta, a Cadine, dal Gruppo “La Regola”, che raccoglie sempre nuove adesioni. Dal primo al 17 dicembre si alterneranno in questa forma di protesta 17 cittadini di Cadine, a dimostrazione del fatto che la popolazione sta gradualmente e responsabilmente prendendo coscienza e affrontando un problema che tocca da vicino tutti noi.

Venerdì 15 dicembre segnerà il 1000º giorno di questo digiuno civile e silenzioso, ma dilagante, come dimostra il numero sempre nuovo e sempre maggiore di persone che aderiscono all’iniziativa: mille giorni di impegno sensibile e responsabile verso una scelta che riteniamo pericolosa e scorretta e mille voci che a questo punto non possono più essere ignorate. (Chi fosse interessato ad aderire può contattare il numero 347 4045653).


I digiunanti di Cadine: Elena Leveghi, Tonia Albanese, Fabrizio Leonardelli, Nerina Torrisi, Anna Ravagni, Serena Sega, Wilma Mattedi, Roberta Cimadom, Sergio Fedrizzi, Stefano Cordin, Michela Filippi, Eugenia Cimadom, Lorenzo Larentis, Nicola D’Alessandro, Olga Celva, Ileana Nicolao, Mariagrazia Pensabene, Concetta Vadalà.

 

Trentino, 5 dicembre 2006 

Cerca

Aggiornamenti

Aggiornati

Inserisci il tuo indirizzo e-mail.  Sarai avvisato ad  ogni aggiornamento  di Ecce Terra.

Inserisci